La forma verbale pronominale con valore riflessivo

    Sintassi

     

    Sintassi

    Come spiegato nella scheda I verbi pronominali e la di√†tesi media, caso a), tra i verbi pronominali esprimono il valore propriamente riflessivo i verbi transitivi che indicano azione volontaria del soggetto su se stesso (riflessivo diretto) o su parte del proprio corpo o su oggetto che gli appartiene (riflessivo indiretto). Ricordiamo che i verbi pronominali riflessivi, come tutti i verbi pronominali, prendono come ausiliare essere (e non avere): mi sono lavato, mi sono vestita; i ragazzi si sono tolti (o tolte) le scarpe; Piera si √® tolta (o tolti) i guanti. Con il riflessivo indiretto, il participio passato pu√≤ essere concordato con il soggetto o con l’oggetto.

     

    Il francese forma i verbi pronominali con il pronome personale se, corrispondente a quello dell’italiano. Es. Il se voit dans la glace (Lui si vede allo specchio).

     

    Anche in spagnolo la costruzione pronominale √® affidata al pronome se. Es. Maria se lava la cara (Maria si lava la faccia), Antonio se afeita todas las ma√Īanas (Antonio si rade tutti i giorni).

     

    In inglese un verbo diventa pronominale riflessivo aggiungendo i pronomi myself, yourself himself, herself, itself, ourselves, yourselves, themselves dopo il verbo. Es. Maria deve riguardarsi: Mary must take care of herself; con il riflessivo indiretto si aggiunge un aggettivo possessivo all’oggetto. Es. John washes his hand (Giovanni si lava le mani).

     

    La costruzione riflessiva del tedesco si ottiene con i pronomi personali alla forma accusativa (mich, dich, sich, uns, euch, sich), che di norma seguono il verbo. Es. Ich wasche mich (Io mi lavo), Mark wäscht sich (Marco si lava), Katharina kämmt sich (Caterina si pettina).

     

    Materiali collegati

    Tag:

    Chiavi di VIVIT: