La prefazione del "Garofano Rosso"

    Letteratura e teatro

    Nella Prefazione del 1948 al Garofano rosso, a proposito del valore da attribuire al suo romanzo Vittorini scrive:

     

    Il principale valore documentario del libro √® tuttavia nel contributo che pu√≤ dare a una storia dell'Italia  sotto il fascismo e ad una caratterizzazione dell'attrattiva che un movimento fascista in generale, attraverso malintesi spontanei o procurati, pu√≤ esercitare sui giovani. C'√® in loro, verso il mondo costituito, una diffidenza che li accomuna e un atteggiamento di rivolta non preciso ma costante per cui sono portati a credersi rivoluzionari e sono pronti a simpatizzare  con qualunque movimento politico appaia loro rivoluzionario. Agli occhi loro, che vedono gli altri partiti  non uccidere, il fascismo √® forza , e come forza √® vita, e come vita √® rivoluzionario.

    Materiali collegati
    Autori: 

    Tag:

    Chiavi di VIVIT: