Occhialino

    Occhialino

    Anche in questo caso (come per la Bilancetta) Galileo sceglie di denominare il nuovo strumento utilizzando il diminutivo occhialino di un termine gi√† largamente diffuso (occhiale). Gi√† nel 1625 il medico e botanico Johannes Facer, membro dell’Accademia dei Lincei e stretto collaboratore di Federico Cesi, attribuir√† allo strumento il nome di microscopio che rester√† il nome tecnico definitivo. Nella sua descrizione, Galileo introduce anche un altro diminutivo, cannoncino, per riferirsi al corpo dello strumento che aveva la forma di un piccolo cannone (e con cannone Galileo si riferiva al suo cannocchiale).

    Materiali collegati
    Autori: 

    Chiavi di VIVIT: