Cannocchiale

    Cannocchiale

    Parola coniata dal gesuita Giuseppe Biancani (1566-1624), matematico e astronomo, mediante la composizione di canna (o cannone) e occhiale per denominare lo strumento costruito e utilizzato da Galileo. In effetti lo strumento fu indicato inizialmente con diversi nomi, cannone o occhiale da Galileo (che nel Sidereus Nuncius lo aveva indicato con la parola latina perspicillum); conspicillum si trova in Keplero, visorio in Welser, helioscopium in Scheiner. Infine Federico Cesi, fondatore dell’Accademia dei Lincei, coni√≤ il grecismo telescopio che, in ambito specialistico, ha poi prevalso rispetto alla denominazione di cannocchiale. Il termine cannocchiale entra tra i lemmi del Vocabolario degli Accademici della Crusca a partire dalla terza edizione (1691) e continua a essere registrato nei vocabolari odierni come sinonimo di telescopio.

    Materiali collegati
    Autori: 

    Chiavi di VIVIT: