, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

"Ulisse" e il "doloroso amore" per la vita

    Letteratura e teatro

    Ulisse è la poesia che chiude la raccolta Mediterranee. Ulisse è il personaggio che da sempre in letteratura rappresenta l'inquietudine dell'uomo, la sua ricerca della verità e del senso della vita. Saba, come Ulisse, ha viaggiato in mari tempestosi, con venti contrari e ostili (sottovento) e ha pagato le sue scelte difficili con la solitudine e l'isolamento (terra di nessuno). Ma la ricerca del poeta non si arresta perché a spingerlo rimane, non domato, il suo amore per la vita, di cui accoglie anche il dolore che sempre e inevitabilmente l'accompagna:

     

    Nella mia giovinezza ho navigato
    lungo le coste dalmate. Isolotti
    a fior d'onda emergevano, ove raro
    un uccello sostava intento a prede,
    coperti d'alghe, scivolosi, al sole
    belli come smeraldi. Quando l'alta
    marea e la notte li annullava, vele
    sottovento sbandavano più al largo,
    per fuggirne l'insidia. Oggi il mio regno

    è quella terra di nessuno. Il porto
    accende ad altri i suoi lumi; me al largo
    sospinge ancora il non domato spirito,
    e della vita il doloroso amore

     

    Ulisse è composta da tredici endecasillabi privi di rima; solo la parola largo viene ripetuta al termine dei versi 8 e 11, come per sottolineare il forte desiderio che ancora spinge il poeta a riprendere il largo, a non cercare approdi sicuri, a veleggiare verso l’ignoto. Al posto delle rime, contribuiscono a rendere musicale il componimento la presenza di numerosi enjambement (raro/un uccello; al sole/belli; l’alta/marea;vele/sottovento; Il porto/accende); le allitterazioni delle consonanti l (sole, vele, alta, belli) r (raro, prede, largo, regno, porto) e d (dalmate, domato, doloroso) collocate spesso alla fine del verso; le alterazioni della struttura sintattica (raro/un uccello sostava; me al largo sospinge; della vita il doloroso amore). 

    Materiali collegati
    Autori: 

    Chiavi di VIVIT: