, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

Gli anni '70: Lucio Battisti e la canzone d'autore

Lucio Battisti durante la trasmissione radiofonica "Supersonic" (1972) . Per gentile concessione di Rai Teche.

Leggi la biografia di Lucio Battisti e completa il testo con le parole qui sotto.

 

album, audizione, cantante, canzoni, chitarra, concerti, casa discografica, gruppo, interviste, pubblico, successo

 

Nasce nel 1943 in provincia di Rieti e muore nel 1998 a Milano. Fin da ragazzo ama la musica e a 13 anni vuole imparare a suonare la parola. Nel ’62 cerca di guadagnarsi da vivere con un piccolo parola musicale e poi nel ’64 si unisce come chitarrista ad un altro gruppo ‘i Campioni’ e comunicia a fare parola. Nel ’65 la parola Ricordi fa un'parola a Lucio e lo fa incontrare con Giulio Rapetti, in arte Mogol, creatore di testi di parola. Nasce così una collaborazione che porta Lucio al successo come parola. Nel ’68 conosce Grazie letizia Veronese che diventa la sua compagna di vita e che sposerà poi nel ’76. Nel ’69 partecipa a Sanremo e nello stesso anno esce il suo primo album intitolato Lucio Battisti. Negli anni ’70 Battisti arriva al culmine della popolarità e del parola. Nel 1970 durante un’intervista spiega di non essere un cantante politicamente impegnato ma di essere solo interessato a fare musica e a dare emozioni al parola. Nel ’71 passa dalla casa discografica Ricordi alla Numero Uno, casa discografica indipendente creata proprio da Battisti e da altri artisti che avevano lasciato la Ricordi. A partire dal ’72 Battisti, stanco di apparizioni in televisione e parola sui giornali, comincia a rifiutare ogni richiesta di posare per fotografie e di rilasciare interviste. Nello stesso anno decide anche di non esibirsi più in pubblico. Nel ’73 nasce il suo unico figlio, Luca. Nel ’74, dopo un viaggio in Sudamerica, in occasione della pubblicazione del suo nuovo album, Anima Latina, rilascia un’intervista esclusiva a Renato Marengo, discografico e giornalista musicale che lo incontra nello studio di registrazione ‘Il Mulino’ dove Battisti sta rivedendo le canzoni del nuovo album. L’intervista viene pubblicata nel settimanale Ciao 2001, uno dei più popolari periodici rock del tempo. Nell’80 si interrompe la sua collaborazione con Mogol per divergenze artistiche con Battisti. Il cantante continua a pubblicare nuovi parola in collaborazione con la moglie e con Pasquale Panella, scrittore di testi. Fino al ’94 Battisti pubblica altri album che presentano una evoluzione nello stile musicale dell’autore ma che però non raggiungono il successo di quelli precedenti. Nel ’98 muore in una clinica di Milano probabilmente per una malattia incurabile. Anche a distanza di anni dalla morte del cantante raccolte di canzoni continuano a essere pubblicate e raggiungono sempre un successo di vendite. Molti sono i cantanti italiani che sono stati influenzati dallo stile di Battisti.

 

Adattato da http://it.wikipedia.org/wiki/Lucio_Battisti

 

Discografia

Album

1969 – Lucio Battisti

1970 – Lucio Battisti Vol. 2

1970 – Emozioni

1971 – Amore e non amore

1971 – Lucio Battisti Vol. 4

1972 – Umanamente uomo: il sogno

1972 – Il mio canto libero

1973 – Il nostro caro angelo

1974 – Anima latina

1976 – Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera

1977 – Io tu noi tutti

1977 – Images

1978 – Una donna per amico

1980 – Una giornata uggiosa

1982 – E già

1986 – Don Giovanni

1988 – L'apparenza

1990 – La sposa occidentale

1992 – Cosa succederà alla ragazza

1994 – Hegel

 

Alcuni singoli famosi

1968 – La mia canzone per Maria; Io vivrò (senza te)

1969 – Un'avventura; Non è Francesca

1969 – Acqua azzurra, acqua chiara; Dieci ragazze

1969 – Mi ritorni in mente; 7 e 40

1970 – Fiori rosa fiori di pesco; Il tempo di morire

1970 – Anna; Emozioni

1971 – Pensieri e parole; Insieme a te sto bene

1971 – La canzone del sole; Anche per te

1972 – I giardini di Marzo; Comunque bella

1972 – Il mio canto libero; Confusione

1973 – La collina dei ciliegi; Il nostro caro angelo

1977 – Amarsi un po'; Sì, viaggiare

1978 – Una donna per amico; Nessun dolore

1980 – Una giornata uggiosa; Con il nastro rosa