, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

Marcello Mastroianni

Arti
Marcello Mastroianni. Fonte dell'immagine: Wikipedia

Marcello Mastroianni (Fontana Liri, Frosinone, 1924 - Parigi 1996) attore italiano. Dopo gli esordi a teatro con Luchino Visconti, interpreta i primi ruoli cinematografici di rilievo nelle commedie di Luciano Emmer ("Domenica d'agosto", 1949; "Le ragazze di Piazza di Spagna", 1952) e Alessandro Blasetti ("Peccato che sia una canaglia" del 1954 e "La fortuna di essere donna" del 1956; pellicole che lanciano la celeberrima coppia formata con Sophia Loren), e affronta ruoli drammatici in "Cronache di poveri amanti (1953) di Carlo Lizzani e "Le notti bianche" (1957) dello stesso Visconti. Nel 1958, è diretto da Mario Monicelli in "I soliti ignoti", film che segna l'inizio di quella commedia all'italiana di cui Mastroianni è stato tra i migliori interpreti, in particolare come protagonista di "Divorzio all'italiana" (1961) di Pietro Germi.

Attore completo, dalla recitazione sobria ma ricca di sfumature, diventa il volto-simbolo del cinema italiano nel mondo grazie a Federico Fellini, che lo elegge a suo alter ego per i capolavori "La dolce vita" (1960) e " 8½"  (1963), e alle pellicole in coppia con la Loren: da "Ieri, oggi, domani" (1963) e "Matrimonio all'italiana" (1964) di Vittorio De Sica a "Una giornata particolare" (1977) di Ettore Scola.

Premiato due volte al Festival di Cannes, per le interpretazioni in "Dramma della gelosia" (1970) di Scola e "Oci ciornie" (1987) di Nikita Michalkov, si ricordano tra le sue prove migliori anche "Il bell'Antonio" (1960) di Mauro Bolognini, "La grande abbuffata" (1973) di Marco Ferreri e "Ginger e Fred" (1986) di Fellini.

Materiali collegati

Chiavi di VIVIT: