, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

Un estratto dalla "Mirra"

    Letteratura e teatro

    Il brano che segue riproduce il testo delle due scene conclusive della tragedia. Alla presenza del padre Ciniro e della madre Cecri, Mirra sta morendo suicida per la disperazione che provoca in lei il suo amore incestuoso per il padre:

     

     

    SCENA TERZA

     

    CECRI, EURICLÉA, CINIRO, MIRRA.

     

    CECRI                       Al suon d'un mortal pianto...

    CINIRO                                                                    Oh cielo!

    Corre incontro a Cecri, e impedendole d’inoltrarsi, le toglie la vista di Mirra morente.

    Non t'inoltrar...

    CECRI                                   Presso alla figlia...

    MIRRA                                                         Oh voce!

    EURICLÉA   Ahi vista! nel suo sangue a terra giace

    Mirra?...

    CECRI                       La figlia?...

    CINIRO                                 Arretrati...

    CECRI                                               Svenata!...

    Come? da chi?... Vederla vo'...

    CINIRO                                            Ti arretra...

    Inorridisci... Vieni... Ella... trafitta,

    di propria man, s'è col mio brando...

    CECRI                                                          E lasci

    così tua figlia?... Ah! la vogl'io...

    CINIRO                                            Piú figlia

    non c'è costei. D'infame orrendo amore

    ardeva ella per... Ciniro...

    CECRI                                               Che ascolto? –

    Oh delitto!...

    CINIRO                     Deh! vieni: andiam, ten priego,

    a morir d'onta e di dolore altrove.

    CECRI Empia... – Oh mia figlia!...

    CINIRO                                            Ah! vieni...

    CECRI                                                          Ahi sventurata!...

    Né piú abbracciarla io mai?...

    Viene strascinata fuori da Ciniro.

     

    SCENA QUARTA

     

    MIRRA, EURICLÉA.

     

    MIRRA                      Quand'io... tel... chiesi, ...

    darmi... allora, ... Euricléa, dovevi il ferro...

    io moriva... innocente; ... empia... ora... muojo…

     

    Materiali collegati
    Autori: 
    Opere: 

    Chiavi di VIVIT: