, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

5.6. 1974-1975: La testimonianza di una figlia di emigrati

    Emigrazione e lingua italiana nel mondo

    Giovanni Rovere e i suoi colleghi dell’Istituto di Lingue Romanze di Basilea indicono, tra il 1974 e il 1975, un concorso per raccogliere testimonianze di emigrati italiani in Svizzera, che poi confluiscono in una pubblicazione del 1977.

     

    Nella testimonianza di Margherita (padre bresciano, madre foggiana, nata a Dulliken, età 12 anni [Rovere 1977, pp. 330-331]) possiamo notare come l’influsso del sostrato dialettale della madre, foggiana, appaia prevalente rispetto a quello del padre (per esempio per le sonorizzazioni mi drovavo ‘mi trovavo’ derza ‘terza’, guaderno ‘quaderno’) . La scolarizzazione della ragazzina non è stata in italiano, e che la sua conoscenza della lingua originaria dei genitori è, per così dire, istintiva.

     

    La mia Storia

    Io sono nata a Dulliken. A 6 anni mia mamma mi mando nel’asilo ma la suora spiego che si incomincia a 7 anni, allora io dovetti stare a casa ancora un anno. Nel primo anno di scuola io mi drovavo pene non era lunica in classe. A me mi piaceva andare a scuola Svizzera. A me mi piacevano molto le cite che drascoravamo con la scuola, io mi divertivo molto. I primo anno di scuola andavamo con una maestra molto brava ma dopo dovette andare via e dovette venire un altra maestra.

    A me mi piaceva molto a scuola quando faccevamo i disegni, ma quando faccevamo i Riassunti non li volevo mai fare. In derza classe noi venivamo da un maestro, era molto bravo, Un giorno venne una nuova bambina a nostra Scuola era molto brava veniva da Kuba che e un Isola che si drova vicino l’America. Io quando non sabevo fare qualche cosa chiedevo o cuardavo nel guaderno della mia compania. Nella 4 classe io andai anchora con il stesso maestro a scuola, un giorno noi incomingiavamo con la lezione di francese, allora per me venne più dificile studiare perchè io dovevo andare a scuola d’Italiano e a scuola svizzera, e dovevo fare il corso di lingua francese.

    In 5 classe noi dovevamo andare da una Signiorina era molto ricorosa ci dava molti compiti per casa e dava i voti molto passi. Io adesso sono in 6 classe e ancora da quella maestra ma per forze che ci dia i voti passi io spero che passo in 1 media.