, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

Storia della canzone italiana

Leggi il testo e poi rispondi alle domande.

 

Ritratto di Giuseppe Verdi. Autore Giacomo Brogi.Il compositore Giacomo Puccini.

 

La musica e la canzone sono due aspetti culturali molto legati all’Italia. L’Italia è stata la patria di grandi autori di musica classica come Tomaso Albinoni, Pietro Mascagni, Antonio Vivaldi ma è stata soprattutto la patria dell’opera lirica con autori come Gaetano Donizzetti, Giacomo Puccini, Gioacchino Rossini e Giuseppe Verdi. Parallelamente a questo filone di musica cosiddetta ‘alta’ si sviluppa anche un filone di musica più popolare che prenderà il nome di ‘musica leggera’ e che si diffonde verso la fine dell’ottocento con il genere conosciuto come ‘canzone’.

 

La canzone è il genere di musica leggera più diffuso in Italia oggi. La canzone ha origine dal melodramma e dalla canzone napoletana che avevano queste caratteristiche:

  • melodie semplici e facili da ascoltare e da cantare
  • testi spesso di argomento amoroso o sentimentale.

 

Questi elementi andranno a costituire la base della canzone melodica, “all’italiana”. Questa tradizione non ha mai perduto il suo fascino, se cantanti come Nilla Pizzi o Al Bano sono tutt’ora molto popolari anche all’estero.

Questo genere è nato in Italia intorno agli anni Ciquanta con l’avvento del festival di Sanremo e con cantanti come appunto Nilla Pizzi, Claudio Villa e Domenico Modugno.

 

Tra gli anni Sessanta e Settanta il genere musicale del rock‘n’roll proveniente dagli Stati Uniti d’America ha influenzato e modificato la canzone italiana delle origini. Cominciano la loro carriera dei giovani cantanti che vengono definiti ‘gli urlatori’ in quanto cantano a squarciagola dei motivi molto ritmati: Mina, Adriano Celentano, Rita Pavone, Gianni Morandi. Ma L’originalità della canzone italiana è costituita dalla canzone d’autore. I cantautori che emergono intorno agli anni Sessanta sono: Gino Paoli, Luigi Tenco, Bruno Lauzi, Sergio Endrigo, Fabrizio De Andrè, Roberto Vecchioni.

Durante gli anni Settanta la musica di Lucio Battisti rappresenta una delle forme più originali del genere melodico italiano, utilizzando un linguaggio semplice ma anche drammatico. Altri nomi importanti della musica italiana di tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta sono Claudio Baglioni, Antonello Venditti, poeti-cantastorie come Francesco De Gregori e Francesco Guccini.

 

Negli anni Ottanta si sviluppa molto un filone rock della musica italiana con Vasco Rossi, Ligabue, Zucchero. La musica leggera italiana è rappresentata anche da cantanti e musicisti che si ispirano al genere jazz, come Paolo Conte e Gian Maria Testa, o al genere blues, come Pino Daniele e Vinicio Capossela, o a modelli folk, come Angelo Branduardi.

Durante gli anni Novanta la canzone d’autore vede come protagonisti Lorenzo Cherubini, noto come Jovanotti, Luca Carboni, Niccolò Fabi, Carmen Consoli, Samuele Bersani, Daniele Silvestri. Molto noti, soprattutto all’estero, sono cantanti che ancora oggi sono espressione della musica italiana melodica come Eros Ramazzotti, Laura Pausini e Gigi d’Alessio.

 

Adattato da

http://www.interware.it/tsr/ssiss/materiali/canzone.htm

http://www.italianculture.net/musica.html