, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

Roma millenaria - la leggenda di Romolo e Remo

La Lupa, simbolo di RomaCominciamo dall’inizio. Dalla fondazione della città. Nel prossimo video Elisa Isoardi ed il prof. Andrea Carandini narrano la nascita di questa città, secondo la leggenda di Romolo e Remo, due gemelli figli di Rea Silvia, discendente di Enea. Rea Silvia era una sacerdotessa che aveva fatto voto di castità. Marte, però, riuscì a possederla. Dalla loro unione nacquero due gemelli, Romolo e Remo. I due neonati furono messi in una cesta e abbandonati sul fiume Aniene. Sulle sponde dell’Aniene sarebbero stati trovati e allattati da una lupa, che è ancora oggi il simbolo di Roma.

 

Elisa Isoardi e il prof. Carandini si trovano sull’antico Colle Remorio, oggi detto “Aventino Piccolo” o Monte Murco. Il video che vedrai fra poco racconta della leggenda di Romolo e Remo, da cui ebbe origine la città di Roma. Dietro la leggenda si intravede lo scontro di due poteri: quello del re, rappresentato da Romolo, quello dei “baroni” che controllavano piccoli territori.

Approfondimenti

L’italiano parlato a Roma ha delle spiccate caratteristiche, clicca qui per imparare a riconoscerle.

 

Titolo: La leggenda di Romolo e Remo

Programma: Italia che vai

Emittente: Rai Uno

Data: 17/03/2007

Per gentile concessione di Rai Teche.