, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

I pronomi oggetto indiretto

Leggi questo brano in cui De André parla di una delle sue canzoni più famose e indica a cosa si riferiscono i pronomi sottolineati.

 

Fabrizio De Andrè durante la trasmissione "Rendez vous" (1963). Per gentile concessione di Rai Teche.Tratto da Luigi Viva, Non per un dio ma nemmeno per gioco. Vita di Fabrizio de André, Feltrinelli ed., Milano 2000.

p. 115

La canzone di Marinella nasce da un fatto di cronaca che avevo letto su un giornale, credo ‘La Provincia’ di Asti, quando ero quindicenne. Ne rimasi molto colpito, tant’è che qualche anno più tardi volli raccontare la storia di questa ragazza di sedici anni che per motivi familiari era stata costretta a fare la prostituta e venne poi scaraventata nel Tanaro dopo essere stata derubata. Nella mia canzone ho cercato di reiventarle la vita e addolcirle la morte”.

 

  • ne rimasi molto colpito = da che cosa? parola
  • reinvertarle = a chi?  parola
  • addolcirle = a chi? parola

Pronomi oggetto indiretto

 

toniciatoni
a memi
a teti
a luigli
a leile
a noici
a voivi
a lorogli

 

Nella tabella trovi l’elenco dei pronomi oggetto indiretto tonici e atoni, questi si usano quando rispondono alla domanda ‘a chi?’, ‘a che cosa?’. Mentre i pronomi tonici che hai visto nelle pagine precedenti rispondevano alla domanda: ‘chi?’, ‘che cosa?’, senza preposizione ‘a’ davanti.

 

A chi Giovanni ha dato il suo libro?

Giovanni ha dato a Maria/a lei il suo libro

Giovanni le ha dato il suo libro

 

A chi piace molto il mare?

A Marco/a lui piace molto il mare

Gli piace il mare

 

A chi telefona Marco?

Marco telefona ai suoi genitori/a loro

Marco telefona a loro

Marco gli telefona

 

Vedi anche: Pronomi personali

Tag:

Chiavi di VIVIT: