, dopo l'accesso o la registrazione il tuo account verrà connesso.

I connettivi

Nell’intervista che hai appena ascoltato hai incontrato serie di espressioni: senta, ecco, come, mah, però, diciamo, ecc. Si tratta di un insieme di parole, molto diverse tra di loro, ma che possono svolgere la stessa funzione: legare, connettere, le parti del testo.

 

I “connettivi” sono appunto un insieme di elementi linguistici che “connettono”, cioè legano gli elementi all’interno della frase, o le frasi tra di loro, o i periodi, fino alle più ampie parti di un testo. I connettivi possono essere di due tipi: semantici e pragmatici. I primi servono a connettere le parti sul piano del significato, i secondi caratterizzano soprattutto la comunicazione orale.

 

Connettivi semantici sono: le congiunzioni (e, o, ma, perché, sebbene, ecc.), alcuni avverbi (oggi, sempre, sopra, infatti, talvolta) alcune espressioni fisse, come le locuzioni avverbiali a causa di, per colpa di, ecc. Essi possono svolgere diverse funzioni: aggiungere (Sono andato a comprare le mele e a pagare le bollette), contrapporre (Sono andato a comprare le mele ma erano finite), spiegare e integrare (Sono andato a fare la spesa, per essere più precisi, a comprare le mele), introdurre una conseguenza (Sono andato a comprare le mele, pertanto sono senza soldi), comparare (Sono andato a comprare le mele più spesso di quanto non avrei voluto).

 

Un gruppo particolare di connettivi sono i così detti “connettivi testuali”: essi non legano le parti della frase, ma interi blocchi del testo. Essi svolgono tutte le funzioni che abbiamo visto sopra, ma soprattutto quella additiva. Inoltre possono avere una funzione semplicemente continuativa (Mi piacciono le mele, poi ti dirò che preferisco le fuji). Più di frequente hanno una funzione enumerativa, che scandisce le parti del testo: In primo luogo ti dirò che sono andato a comprare le mele; in secondo luogo credo di essere molto stanco; infine ho deciso che d’ora in avanti non mangerò mai più una mela. Infine possono avere una funzione metatestuale: richiamando il già detto, oppure segnalando l’inizio o la fine del testo o la sua conclusione: Come vi avevo anticipato, oggi parleremo della mela. La mela è un frutto invernale, che cresce soprattutto nelle zone collinari o montuose. Vi anticipo subito, però, che si possono trovare sui nostri mercati tutto l’anno. Più avanti affronteremo il problema della loro conservazione, per ora basta precisare che, dopo la raccolta, vengono spesso tenute in frigorifero per molti mesi. Concluderemo questo incontro con un cenno alle diverse varietà che si trovano in natura.

Fiat Uno (1983), eletta auto europea dell’anno nel 1984La Nuova 500 (2007) ispirata ad un modello del 1957